"Storie di Blues" al Vitruvio - "Più dell’arte e più della letteratura, la musica è universalmente accessibile"
 
    Stai leggendo il giornale digitale di M. Vitruvio P. su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    M. Vitruvio P. Cultura 09/12/2019 09/12

    "Storie di Blues" al Vitruvio

    "Più dell’arte e più della letteratura, la musica è universalmente accessibile"

    Bracciali di cuoio ai polsi, anelli, una camicia a quadri, il ciondolo con il simbolo della pace sul petto, una lunga barba grigia e capelli raccolti in una treccia... è così che si presenta il cantante e batterista Mario Insenga, classe 1951. Alle sue spalle due chitarristi: Corrado Retico e Emilio Quaglieri, uno dei membri della storica band di Insenga, i "Blue Stuff", che dal 1982 portano il blues in tutto il mondo.  
    Dunque due ore di scuola a dir poco fuori dagli schemi per gli alunni delle classi quinte del Liceo Scientifico di Avezzano: Insenga ha tenuto una lezione-concerto per spiegare storia del Blues attraverso un racconto ricco di dettagli e particolari espedienti intervallato da esibizioni dal vivo che hanno coinvolto gli alunni e i docenti presenti che hanno battuto le mani a tempo... ma guai a batterle sull'1 e sul 3!
    Tra canzoni e storie, gli alunni hanno scoperto come sia nata la parola "blues" dall'espressione elisabettiana "to have blue devils" (avere i diavoli blu) riferito ad "uno stato d'animo di insoddisfazione, di malessere, di sfastidio come diciamo noi a Napoli" spiega Insenga "legato soprattutto al comportamento dei bambini e da lì a dire "to feel blue" il passo è stato breve. Ma non lo è stato quello che bisogna fare per ascoltare la musica blues." E quindi la storia del canto dei neri d'America che lavoravano duramente per esprimere quello che non era solo insoddisfazione, sofferenza per la schiavitù e per il lavoro, ma anche voglia di divertirsi, ballare e innamorarsi, che poi è diventato l'emblema del popolo nero americano e ha visto la nascita del cosiddetto "blues bianco", dalle prime incisioni nelle case discografiche finché "the blues had a baby and called him rock and roll" (i blues hanno avuto un figlio e lo hanno chiamato "rock and roll").
     
    Entusiasmo, energia, curiosità e una finale standing ovation il primo incontro che propone agli alunni dei quinti un approccio alla letteratura americana attraverso la musica blues, jazz e rock and roll.
     
    Infatti "La musica è la vera storia vivente dell'umanità, di cui altrimenti possediamo solo parti morte. Non c'è bisogno di attingervi, poiché esiste già da sempre in noi, e basta semplicemente ascoltare, perché altrimenti si studia invano." (Elias Canetti)
     
    Citazione nell'occhiello di Billy Joel.

    di Sara Paneccasio


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi