IL PIACERE DELLA CULTURA UNIVERSALE - Dialogo con il matematico strano Mauro Cerasoli al Vitruvio di Avezzano
 
    Stai leggendo il giornale digitale di M. Vitruvio P. su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    IL PIACERE DELLA CULTURA UNIVERSALE

    Dialogo con il matematico strano Mauro Cerasoli al Vitruvio di Avezzano

     

    “La matematica, come la musica, unisce i popoli, è il vero autentico patrimonio dell’umanità che madre natura ci ha donato”: questa la definizione che Mauro Cerasoli, ex professore universitario di Probabilità e Statistica, nonché organizzatore di convegni e gare matematiche, dà alla regina di tutte le scienze.

    Presentarlo come un semplice matematico sarebbe però riduttivo, infatti oltre ad essere l’autore di numerosi libri di testo per scuola media, superiore e università,  di recente si è cimentato anche nella semplice divulgazione della matematica,  con il libro “Dialoghi con un matematico strano”, che lo scorso 31 Gennaio, come ospite del progetto “Gli scrittori si raccontano”, ha presentato nel nostro Liceo Scientifico. Durante l’incontro il professore ha spiegato alcuni di quelli che egli stesso chiama “gioielli della matematica”, come il problema dell’ago di Buffon, il piano di Fano, quadrati magici o il Metodo Monte Carlo, presentandoli con la concretezza del reale perché “delle cose astratte si parla solo tra matematici”. Che la matematica debba essere insegnata come un gioco, Cerasoli è infatti fermamente convinto, o almeno questo ha lasciato intendere quando ha parlato del Parco della Matematica, luogo inaugurato il 1 Dicembre 2018,  immerso nel verde della cittadina di Fontecchio nel convento di San Francesco, cuore d’Abruzzo. Questa aula senza pareti è stata da lui ideata per osservare, riflettere e ammirare alla luce del sole, la bellezza della natura, le formule e i criteri più interessanti che le sue forme nascondono, senza soffermarsi sulla spiegazione di noiosi e spesso inutili teoremi. Il professore è sembrato altrettanto sicuro del fatto che la sua disciplina, se insegnata in maniera semplice e chiara, sia uno dei pochi saperi, rimasti al mondo d’oggi, se non l’unico, che va oltre le divisioni politiche, religiose e razziali e che debba far  parte della cultura di tutti gli uomini, in quanto, riprendendo una citazione che Cerasoli ha fatto di Dante “fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza”. 

     

    di elena palluzzi


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi